In aereo con la carrozzina e propulsore elettrico

In aereo con la carrozzina e propulsore elettrico.

Benvenuti viaggiatori sulle ruote, penso sia utile qualche info su come viaggiare in aereo con la carrozzina e propulsore elettrico.

Viaggiare, esplorare nuovi luoghi è quanto desidero fare sopra ogni altra cosa. Purtroppo in carrozzina non è facile, ecco perchè è diventato indispensabile utilizzare un propulsore elettrico. Questo mezzo agganciato alla carrozzina mi permette di visitare luoghi che prima erano quasi irraggiungibili.

Per viaggiare in aereo con carrozzina e propulsore elettrico, occorre rispettare alcune regole, in special modo riguardo la batteria.

Propulsore elettrico idoneo per volare

Per poter viaggiare in aereo con la carrozzina e propulsore elettrico, qualsiasi marca di propulsore è accettato, il mio è della marca Triride. E’ fondamentale, invece, concentrarsi sulla batteria che deve essere idonea.

Batterie accettate a bordo dell’aereo

Le batterie idonee sono quelle a secco/gel o al litio (come quella del propulsore). Le batterie al litio però non possono superare i 300 watt.

Nel mio caso, la batteria al litio ha queste caratteristiche: 36V 7Ah /252 watt. Con questa potenza non ho mai avuto problemi.

Se invece si ha la necessità di portare due batterie, ciascuna non deve superare i 160 watt.

La batteria dovrà poi essere staccata dal propulsore e portata con se all’interno dell’aereo.

Prenotare un volo con la carrozzina e propulsore elettrico

Scelta la destinazione, vi spiego come ho prenotato il volo con Ryanair dal sito ufficiale.

Dopo aver selezionato i voli di andata e ritorno, ho spuntato la casella con l’immagine della carrozzina per richiedere l’assistenza speciale.

Subito dopo mi è stato richiesto il tipo di assistenza. Nel mio caso ho chiesto assistenza all’interno dell’aeroporto (andata e ritorno) e durante il trasporto sulle scale fino al posto a sedere.

Qui fate molta attenzione a spuntare la dicitura che è adatta a voi. Ci sono stati casi di persone che non avendo richiesto l’assistenza fino al posto a sedere si sono trovati in grande difficoltà.

A seguire, hanno chiesto se porto la mia sedia a rotelle e che tipo di sedia. Ho spuntato la dicitura: sedia a rotelle con batteria al litio (non preoccupatevi se la batteria è montata sul propulsore e non sulla sedia).

Modulo da compilare

Dopo aver acquistato i biglietti, Ryanair mi hanno inviato per e-mail un modulo da compilare. Vengono richieste informazioni riguardo l’attrezzatura per la mobilità (marca, dimensioni, peso, batteria).

Tenete presente che le carrozzine ripiegate devono rientrare in queste dimensioni: altezza 81 cm, larghezza 119 cm, profondità 119 cm, peso non oltre 150 Kg

Sul modulo bisogna indicare:

il numero della prenotazione del volo…..

La marca della carrozzina (nel mio caso Kuschall)

Il modello della carrozzina (ho indicato superleggera)

Le dimensioni della carrozzina: lunghezza, larghezza, altezza, peso.

Potenza della batteria ( nel mio caso watt 252)

Come potete vedere, ho indicato i dati solamente della carrozzina manuale tralasciando il Triride. Il propulsore elettrico l’ho dichiarato all’aeroporto al check-in di Ryanair.

Tenete presente, che potete portare con voi due dispositivi per la mobilità gratuitamente, in questo caso la carrozzina e il propulsore.

All’aeroporto check-in obbligatorio

Il check-in all’aeroporto è obbligatorio perchè devono rilasciare le due etichette “bagaglio”, una per la carrozzina e una per il propulsore elettrico.

E’ molto importante che vi rilascino due etichette distinte perchè dovrete staccare il propulsore dalla carrozzina prima di salire in aereo e i due pezzi devono essere rintracciabili.

Al check-in non mi hanno chiesto documentazione riguardo al propulsore e neppure un documento che certifichi la potenza della batteria.

L’importante però, che sulla batteria ci sia l’etichetta con tutti i valori, è quella che hanno guardato.

All’imbarco

Normalmente le persone disabili salgono in aereo prima di tutti i passeggeri e scendono per ultimi.

Ho utilizzato la mia carrozzina con propulsore fino al momento di trasferirmi sulla sedia che viene utilizzata all’interno dell’aereo per raggiungere il posto a sedere.

Solo a quel momento ho staccato il propulsore dalla carrozzina ed entrambi sono stati caricati in stiva.

Arrivata a destinazione, subito fuori dall’aereo ho ritrovato i miei due mezzi, per fortuna in buone condizioni.

Spero che queste informazioni vi siano utili per viaggiare in aereo con la carrozzina e propulsore elettrico. Se volete approfondire l’argomento vi consiglio di dare un’occhiata a: Viaggiare in aereo con la carrozzina, vi spiego come fare

Buon viaggio a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *