La Cupola di San Gaudenzio a Novara

Le bellezze di Novara da scoprire in un giorno

Scopri con me le bellezze di Novara in un giorno, il centro storico, i palazzi ottocenteschi, le cattedrali. Le cose buone…..

Scopri con me le bellezze di Novara non rimarrai deluso. E’ proprio vero che il bello lo puoi trovare anche dietro l’angolo….Novara è da scoprire assolutamente.

Novara inoltre è una città piemontese sobria ed elegante. E’ molto piacevole passeggiare sotto i suoi porticati, sarete circondati da palazzi nobiliari ottocenteschi, monumenti, piazzette e strade con i ciottoli ben conservate.

Scopri con me le bellezze di Novara, è fattibile in un giorno. Si raggiunge comodamente in auto dato che dista da Torino 100 km e da Milano 50 km. Potete anche usare il treno, la stazione è poco distante dal centro, 10 minuti a piedi.

Arrivati a Novara, potete per prima cosa di passate all’agenzia di accoglienza turistica a recuperare del materiale informativo e la piantina della città. Si trova a Baluardo Quintino Sella ,40 tel +39 0321394059 oppure date un’occhiata al loro portalehttps://www.turismonovara.it

Vi consiglio anche di fermarvi in uno dei tanti caffè…..si respira un’aria positiva.

Se devo essere sincera, Novara non mi ha mai incuriosita perchè la ritenevo poco interessante. Una città di provincia in mezzo alle risaie, cosa ci sarà mai da vedere, invece…..

Noi siamo arrivati in auto, pertanto, abbiamo trovato comodo parcheggiare in Piazza Martiri della Libertà, vicinissima al centro storico. Nel parcheggio ci sono un paio di piazzuole per disabili. Tutti i luoghi che ho visto sono accessibili. Nelle chiese ho trovato un piccolo scalino ma superabile.

Piazza Martiri della Libertà

Novara
Novara Piazza Martiri della Libertà

Una splendida piazza, secondo me penalizzata dal parcheggio auto. Al primo colpo d’occhio notiamo i bellissimi edifici storici che la circondano, tra cui il Teatro Coccia. Al centro si trova la statua equestre di Vittorio Emanuele II. Di fronte vediamo l’entrata del Castello Visconteo Sforzesco.

Castello Visconteo Sforzesco

Novara Castello Visconteo Sforzesco

Iniziamo a visitare il Castello dato che di fronte a noi c’è l’entrata. L’interno del cortile ospita varie costruzioni di epoche diverse, il mattone è predominante. Il castello risale al 1272 edificato da Francesco della Torre. Nel 1293 passa alla famiglia Visconti. Seguono importanti interventi di fortificazioni. Nell’epoca napoleonica divenne carcere. Tutt’attorno alla costruzione c’è il fossato e le relative mura. Il castello viene utilizzato per mostre ed eventi, gli spazi per fortuna sono accessibii a tutti con l’utilizzo dell’ascensore.

Teatro Coccia

Novara Teatro Coccia

Proseguiamo verso via F.lli Rosselli, ovviamente non possiamo notare il bar-ristorante Cannavacciolo proprio d’angolo. Appena dopo c’è l’entrata del Teatro Coccia in onore di Carlo Coccia, celebre maestro di cappella del Duomo di Novara. Questo teatro è da sempre punto di riferimento per gli amanti dell’opera, ospita cabaret, musical e concerti. Abbiamo potuto vedere solo l’atrio, bellissimo il pavimento a mosaico, le quattro colonne in ghisa e in quattro nicchie ci sono i busti di Bellini, Rossini, Donizetti e Verdi. E’ comunque possibile visitarlo con la prenotazione. Eccovi il link https://www.fondazioneteatrococcia.it/

Piazza Giacomo Puccini

Continuiamo via F.lli Rosselli ammirando le bellezze di Novara. Gli eleganti palazzi in stile neoclassico. Trovo molto d’effetto l’architrave decorato sostenuto dalle colonne a sorreggere il porticato. Ci soffermiamo un attimo ad ammirare Piazza  Giacomo Puccini. Una graziosa piazzetta con al centro il monumento a Carlo Emanuele III raffigurato in abito rergale, con la mano posata sul fianco destro e la sinistra che porge il decreto che ridonò a Novara la salubrità risanando i fossati d’acqua stagnante.

Cattedrale di Santa Maria Assunta – Duomo di Novara

Facciata della cattedrale
Colonnato adiacente La Cattedrale Santa Maria Assunta

Le bellezze di Novara in Piazza della Repubblica. Incredibile l’impatto visivo, la prima cosa che mi sorprende è l’ampio colonnato. Molto bella è anche la pavimentazione a ciottoli della piazza. Ho trovato molto particolare l’accesso laterale della Cattedrale anzichè frontale come normalmente avviene. Attraversiamo il colonnato e ci troviamo davanti all’imponenete facciata. Che spettacolo sono le quattro  colonne!  Il tutto è circondato da un quadriportico anch’esso colonnato che collega la Cattedrale al Battistero. Peccato non abbiamo potuto visitato il Battistero perchè era chiuso.

L’interno della Cattedrale è suddiviso in tre navate sostenute da massicce colonne in stucco lucido color ocra che sembra marmo. Ammiriamo incantati le opere pittoriche al suo interno, molto scenografici sono gli arazzi lungo la navata centrale. Assolutamente da non perdere. Per visitare il Battistero è meglio telefonare a questo numero: +39 0321629894

Il Broletto

Di fronte alla Cattedrale sotto i portici, notiamo  un’apertura ad arco. Incuriositi  ci introduciamo e scopriamo un cortile molto particolare, Il Broletto. Ci troviamo inseriti in un luogo completamente diverso dal resto della città. Il cortile è inserito all’interno di edifici realizzati in epoche diverse. Questo spazio, nel periodo medioevale veniva utilizzato per lo scambio delle merci ed era fondamentale per la vita sociale cittadina. Attualmente è ospitata la Galleria di Arte Moderna. Abbiamo anche scoperto un piacevole bar ristorante al piano terra sotto i portici. Oltre all’entrata davanti alla Cattedrale, si può accedere anche da Corso Italia. L’entrata al cortile è gratuita.

Piazza Cesare Battisti o Piazza delle Erbe

Proseguiamo sempre per via F.lli Rosselli e arriviamo a Piazza Cesare Battisti chiamanta anche Piazza delle Erbe per gli antichi commerci di granaglie. Che carina questa piazzetta! È una piazzetta molto raccolta,  contornata da portici. Quanto mi piacciono i portici, creano un’atmosfera così  intima…..

Basilica di San Gaudenzio

La cupola della Basilica ha un impatto molto forte su di noi. Alzi lo sguardo e la vedi spuntare tra i tetti della città. Ci dirigiamo verso la Basilica senza l’aiuto di una mappa, la sua cupola è come un faro. Eccoci arrivati, la Basilica è proprio imponente, spettacolare è la cupola, alta 121 metri realizzata da Alessandro Antonelli. In cima è collocata la statua in bronzo dorato del Cristo Salvatore, opera di Pietro Zucchi. All’nterno la chiesa si sviluppa in un’unica grande navata con bellissime cappelle laterali. Sono conservati i resti di San Gaudenzio, patrono di Novara. E’ possibile visitare la cupola ma è necessario prenotare. Telefono +39 0321629894  L’entrata in Basilica è gratuita.

Dolci tradizionali da leccarsi i baffi…

E’ quasi arrivata l’ora del ritorno….però dobbiamo assolutamente passare ad acquistare un dolce da portare a casa.

Raggiungiamo Via Cavour, elegante via ricca di negozi. Poco più avanti arriviamo a Vicolo Monte Ariolo 3 dove c’è il laboratorio e il negozio Camporelli. Le bellezze di Novara sono anche questi luoghi. Antica azienda dei famosi Biscottini di Novara. Biscottini artigianali molto semplici nati nei conventi come dolce delle feste. Altro dolce per me super, è il Dolce di San Gaudenzio. Dolce tipico della festa patronale. Di forma rettangolare, pastafrolla all’esterno con interno di torta margherita, crema di marroni e pezzetti di Marron Glacè.

Le bellezze di Novara mi hanno proprio incantata, chi l’avrebbe detto!!

Un grazie particolare a chi è arrivato a leggere fin qui e ha trovato interessante il mio post.

Recent Posts

6 Comments

  1. Un itinerario interessante, conciso ed efficace, ricco di belle foto, informazioni e commenti
    Mi hai invogliata a visitare questa bella città che non ho ancora visto
    Grazie!
    Aspetto altri appunti di viaggio….

    1. Grazie a te Luisa, per aver visitato il mio blog.
      Vedrai, Novara non ti deluderà.
      Tra pochi giorni uscirà un nuovo articolo, mi auguro di ritrovarti tra i commenti…
      Ciao Mara

  2. dopo la tua bellissima presentazione sembra di esserci stati!!! Bravissima!!!

    1. Grazie Antonella, sono molto felice che ti sia piaciuta.
      Aspetto il tuo commento all’uscita del prossimo articolo…
      Ciao Mara

  3. Mara,brava !!…sei di una vitalità invidiabile……

    1. Grazie Cinzia! Ti aspetto al prossimo articolo…..
      Mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *